Grazia Calabrò

pittrice

Viaggiano paralleli
i nostri sospiri
come binari
battuti da sole,
pioggia, miti venti.

...

Viaggiano
decisi,
per poi incontrarsi,
quasi scontrarsi
in un abbraccio
definitivo...

la strada
muta,
resta a guardare.

~ago~

Viggiano paralleli
i nostri sospiri
come binari
battuti da sole,
pioggia, miti venti.

Viaggiano
decisi,
per poi incontrarsi,
quasi scontrarsi
in un abbraccio
definitivo...

la strada
muta,
resta a guardare.

~ago~

dipinto di Grazia Calabrò

**************************************************
Nelle profondità

di mari

navigano
...
ondeggianti

pensieri,

e una libertà

sconosciuta,

in continuo

divenire,

che parla,

lasciandosi

scivolare

dentro

al cuore.

~ago~
La ragazza che guardava il mare
 
******************************************************
 
CASA MIA

Pregna
di lontani
respiri
...
immagini
scomposte
d'adolescenza.

Voci
di mura
che mi
concupiscono,

sirene
intonacate.

Casa mia,
enorme cuore,

rifugio...
tana,

sto per perderti,

con te volano via
gioventù
e dolci
malinconie...

nel tuo ventre
sono stato
figlio
padre
amante.

Ora,

indesiderato

cerco
di staccarmi
dal tuo abbraccio,

madre...

casa mia.

~ago~
Emozioni antiche

***********************
AZZURRA

Ti amo

Azzurra,
fresca d'acqua,...

che consoli
i mie viaggi

così lontani,

e concedi
sempre dimora

nella freschezza
d'azzurro

netto,

d'amore
appena sospirato.

~ago~
Azzurra

 
***********************************************************
LIFE

Come sei strana
vita

carezzi...
dolcemente
con petali
morbidi

poi
eccoti,

giri il fiore

e frusti
con il gambo
e le spine.

Ma non sei
madre?

Tu sei
vita

incestuoso
alito

sei

speranze
e colori...

no!

io ti seguirò

ancora
ancora,

perchè
credo in te,

nell'umano
afflanto.

Sono
felice

diverso,

mutato
nella forma

fiore che ride,

ti perdono

gli errori
di una madre,

come
un figlio

ormai
adulto.

~ago~

 
 
 
 

******************************************
CORTI E GIARDINI

Strappo via
rosa e spine
dalla pelle,
...
nuovi sentieri
ascoltano:

l'allegria del ragazzo,
i piccoli pentimenti
dell'uomo,

gli strali dell'artista...

Strappo via
con decisione
le foglie secche,

riapro finestre,
porte,

su corti
e giardini...

Saranno nuove
le rose e le spine,

vivrò in modo
sincero

i nuovi dolori

le cicatrici
riapriranno

al sole...

su corti
e giardini.

~ago~
dipinto "La bicicletta rossa" di Grazia Calabrò
La bicicletta rossa
*******************************************************
 
 
Il poeta Arrigo Ago Anderlini è stato ispirato dal mio dipinto "Come Ermione"
ed ha composto i seguenti versi
 
Hai la freschezza
dei mandorli in fiore,

fonte d'acqua,
disseti silenziosa.
...
Tocco la tua luce,
la tua carne,

resta immobile

un riflesso argenteo,
sul corpo etereo.

~ago~
Come Ermione
 
******************************************************************************
 
 
Il poeta Arrigo Ago Anderlini ha illustrato i suoi versi con il mio dipinto "Guardando la luce del mare"
 
Scivolano
i passi
verso il mare.

Ovunque io sia
ne sento...
il salato
respiro.

Impronte
palesi
di me,
sull'umida
battigia.

~ago~
Guardando la luce del mare


************************************************************************** 
COLORI D'AUTUNNO

Mi perdo,
passo a passo
in te,
come in un bosco...
intricato
in cui lo sguardo
confuso
cerca
un sentiero
nascosto...
Ti vedo
dietro un albero,
avverto il tuo fruscio,
quel tuo sapermi
stare accanto.
Sei sapore
verde,
come di menta.
Nel tuo bosco
mi perdo,
inseguendo
le tracce
disseminate
ovunque
di gesti, sorrisi...
Infine eccoti,
colori d'autunno,
e il sole che filtra
nell'intrecciata,
pura
vegetazione.

~ago~

Foresta

 *************************************************************************************************************

Il poeta Arrigo Ago Anderlini ha illustrato i suoi versi con il mio dipinto "Verso la luce"

Mani,
portate
l 'odore
vivo
della vita.
Le tue mani...
sono acqua
ferma
nei temporali,
sono mari aperti,
fiumi,
carezze da conservare.
Mani,
che sono
forza di volontà,
pane quotidiano,
coscienza...
L'odore, vivo,
delle tue mani,
mi riporta
la vita.
~ago~

 

Inondata di luce