Grazia Calabrò

pittrice

Franco Maccioni, poeta sardo, le ha dedicato numerose poesie e pensieri:

 

************************************************************************************

 

Armonia di colori

 

 

 

 

 

  

 

S'alzano verso il cielo maestosi alberi...

armonie di colori riflettono il giorno appena nato...

e le foglie cariche di felicità applaudono questo giorno benedetto dal Signore...

Franco Maccioni 4 Novembre 2013

**************************************************************************

Stretta fra le dita una rosa

 

Stretta tra le dita una rosa

Una rosa bianca...

la fanciulla nasconde il suo volto

e tra le dita nervosamente

stringe una rosa bianca...

simboleggiando purezza e sincerità

spiritualità dell'ultraterreno!

La fanciulla nasconde il suo volto

e nella sua nudità si chiude

come da improvviso rimprovero

nel volto pur celato...

nascondendo certamente un dramma!

Ma il volto risplenderà...

saranno le stille di sangue

sgorgate nel silenzio

da quelle dita  

a far rinascere la dolce fanciulla

a nuova luce...

quella luce che è bellezza amore

felicità passione fedeltà vivacità

e dolcezza infinita...

Tutto le sarà restituito...

tutto ciò che le è stato negato!

Stretta tra le dita una rosa...

il suo profumo sarà l'essenza

per inondarla a nuova vita!

 

Franco Maccioni, 31 agosto 2013

 ***************************************************************************************************************

   Verso la libertà
VERSO LA LIBERTA'

 Gabbiani in volo...

s'infrangono l'onde sulla spiaggia

lavata da un irrequieto mare

che schiuma e sfrigola!

Un azzurro cielo si riflette...

sul'immensa distesa d'acqua

e scintillii di luci si confondono

sul finire del giorno...

mentre un doloroso canto

s'alza verso il cielo...

nell'affannosa ricerca

di una libertà negata!

Gabbiani in volo...

tra scintillii di luci

poi un canto che al tramonto

finisce raccogliendo lacrime!

 

 

****************************************************

Pensiero:

FLUTTUAZIONI

Le onde del mare fluttuano come fluttuano

i capelli accompagnati da una brezza della sera

mentre all'orizzonte la palla di fuoco si tuffa

e scalda ancora altri mondi.

 

 

Pensiero:

L'ALBERO DELLA FANTASIA

una cascata di natura forse una folata di vento pare scrollare dall'albero rami ormai sfiniti.
L'albero della fantasia...
ecco il mio fantasticare finisce in uno sfondo che lascia intravedere un cielo che si tinge d'azzurro
e la fantasia viaggia e fantastica ancora!!!!

 

 

 

Poesie dedicate ai suoi dipinti:

EMOZIONI ANTICHE

Dimore di vita...

improvvisamente il silenzio!   

Scalpitii di zoccoli di cavalli,

bardati a festa, sfumano pian piano

in un suono ovattato che finisce!

Emozioni antiche...

ritornano alla mente

e un cielo dipinto d'azzurro

trasmette emozionali sensazioni.

Dimore di vita...

frammenti legati dal ricordo...

nel vociare di bimbi sulla via

e dal parlottare assorto di comari

per le prime mattiniere notizie!

Dimore di vita...

facciate lasciate nell'abbandono,

balconi vuoti e finestre sbarrate! 

Un lampione oramai privo luce...

non diffonde più calore di vita! 

Paesaggio estivo

I papaveri ondeggiano
al sole estivo...
Il paesaggio respira
nel campo di spighe
che a tratti ondeggiano
e il contadino felice
si prepara al raccolto!
Le colline ubertose
pian piano ingialliscono
ritorna lo spettro rovinoso
d'incendi a volte dolosi!
Il cielo si compone
in un azzurro tranquillo
a tratti rigato...
da fuggitive nuvole!
 Tutt'intorno è pace....
e il frinire dei grilli
e lo stormire di fronde
compongono melodie...
che la natura mirabilmente
dirige e l'animo nostro
consola e gioisce!

 
 

Paesaggio primaverile

Il pesco è fiorito...
 rami s'allungano                                     
 come lunghi tentacoli
 nell'infondere il profumo
di una primavera
che finalmente avanza!
Il paesaggio cammina...
spedito su quella stradina
che forse conduce
là dove nasce il giorno
 tra dimore piene di vita
e tra un orizzonte
che conduce ad altri mondi!
In lontananza colline
ubertose e gravide
nel pulsare continuo
di un manto...
punteggiato di boschi
che respirano e vivono!
Un cielo che si nutre d'azzurro
rigato appena appena
da lievi scie di fuoco 
e scie bianche di luce
che forse salutano il giorno
nel suo eterno nascere!

 

 
 

Paesaggio invernale

 Un paesaggio invernale...
che risplende e abbaglia.
Un cielo a tratti plumbeo
complice e pur colpevole.
Paesaggio a tratti punteggiato
da bianchi alberi...
 spogliati della verde chioma,
come soldati in colonna,
inconsapevoli testimoni
di un manto nevoso
che ondeggiante...
modella il piano
e il maestoso monte
che posto a sentinella
assiste impotente
 ad un inverno che avanza!

 
 

Paesaggio autunnale

La brezza mattutina...
accarezza dolcemente
con mano di madre...
un paesaggio autunnale...
carico di verdi fronde
che ai colori del mattino
riverberano...
da un cielo
pennellato di sogno!
Una dimora si confonde...
quasi scompare
in mezzo ad un prato,
dolcemente spruzzato
di profumati fiori!
Colline verdi
in lontananza...
declinano dolcemente
in un mare
che si sveglia ondeggiando,
ancora assonnato...
cancellando impronte di vita!
Alberi sull'attenti....
chiusi da uno steccato
quasi protetti
che si cercano in un insolito...
paesaggio autunnale!

 
 

Fichi d'india in primo piano

 Pare una racchetta
e tante palline sparse...
in un bel primo piano!
Ma no... son fichi d'india
che al sol s'abbronzano...
e te le senti addosso
le minuscole spine
che ti fanno disperare!
Ritorna il ricordo
di quelle libere giornate
passate, da ragazzo,
 a corteggiar questa frutta
 con una canna in mano
come antico guerriero
ad infilzar il nemico...!
Son fichi d'india
 profumati e rubicondi...
alla fin fine di buona pasta!

 
 

Luna sul mare

Stai quasi sospesa...
meravigliosa luna
aprendo il sipario del cielo...
nuvole ora addormentate
hanno ricamato sul tuo manto
miriadi di stelle!
Il mare si culla dolcemente
al tuo argenteo riflesso
e l'onde appena increspate
giocherellano divertite
sulla sabbia accarezzata
dal tuo continuo andare!
Luna sul mare...
mare che si culla dolcemente
e tu...
quasi sospesa in cielo
rischiari l'orizzonte infinito
e sulla costa miriadi di luci
pulsano di vita …
e tutto s'addormenta!

 
 

Barche

Variopinte barche...
allineate come guerrieri...
che affilano l'armi...
fatte di reti...
mentre l pescatori
stanchi d'una vita grama
attendono l'ora
per trascinarsi ancora
in quel tranquillo mare...
nell'attesa del propizio vento
per una speranza di vita!
L'aria è una tavolozza
di colori che s'inseguono
in un luminoso cielo...
Un letto di sabbia dorata
è un giaciglio sicuro...
per le variopinte barche,
nell'odore pungente di salsedine,
mentre la risacca dolcemente
schiuma e...
ogni tanto s'allontana!

 

PANCHINA SOTTO IL LAMPIONE

“Amore mio, mi vuoi bene vero?
“Certo... ma che discorsi!
Pare sentirli i due innamorati
stretti stretti seduti in una panchina...
elevando frasi d'amore
che raggiungono un lampione retrò...
che ascolta e riscalda...
Intorno cespugliosi alberi...
pare spinti da un venticello
che attraversa la piazzetta...
inondando di profumi di resine
e l'odore della terra...
nella serata fattasi umida!
Rimane solo un piccolo portachiavi
dimenticato...
due cuoricini di pezza vellutata
per una promessa d'amore!

 

I CIGNI DEL LAGO

 Come in un palcoscenico...
danzano vibranti cigni
e l'acqua cristallina
delicatamente scorre
nel suo dolce andare!
Fa da cornice...
la lussureggiante radura
mentre il cielo della sera
piano piano si riprende
i magici colori
di un tramonto imminente!
Come in un palcoscenico...
i cigni del lago pare disegnino,
sinuosamente, un cuore grande
per una momentanea emozione!